Recensioni

Quartier lontain

Il film sarà proiettato sabato 26 ottobre all'interno dell'evento Aspie Saturday Film, che si tiene presso la sede di Roma di CuoreMenteLab, dalle ore 16.30 alle ore 19.30. Clicca qui per prenotare gratuitamente. Co-produzione franco-belga risalente al 2010, vincitore del Magritte Award per la miglior scenografia e premiato anche alla Festa del Cinema di Roma, dove ha avuto il massimo riconoscimento nella sezione Alice nella città, Quartier lontain avrebbe sicuramente meritato una diversa considerazione per un'ipotetica – e mai avvenuta...

Lady Bird

Il film sarà proiettato sabato 19 ottobre all'interno dell'evento Aspie Saturday Film, che si tiene presso la sede di Roma di CuoreMenteLab, dalle ore 16.30 alle ore 19.30. Clicca qui per prenotare gratuitamente. In un ambito usurato e abbondantemente sfruttato come quello del teen movie, il 2017 ci ha regalato almeno un titolo fondamentale, che esemplifica tutte le basi del genere cercando tuttavia di andare oltre. Lady Bird, infatti, è un racconto di crescita e formazione che segue abbastanza fedelmente...
Little Sister recensione

Little Sister

Il film sarà proiettato sabato 12 ottobre all'interno dell'evento Aspie Saturday Film, che si tiene presso la sede di Roma di CuoreMenteLab, dalle ore 16.30 alle ore 19.30. Clicca qui per prenotare gratuitamente. Tra i registi giapponesi contemporanei, non ce n'è probabilmente nessuno tanto capace di esplorare le dinamiche familiari, di far vivere sullo schermo conflitti, gioie, dolori, asprezze e riconciliazioni che caratterizzano il nucleo primario della società contemporanea (e prima fonte di socializzazione) quanto Hirokazu Kore-eda. Se il suo...
Palindromes recensione

Palindromes

Nove anni dopo Fuga dalla scuola media, Todd Solondz torna a esplorare la realtà della famiglia borghese americana attraverso la cupa, deragliante storia di un'altra sua figlia. È un seguito non solo ideale del film del 1995, Palindromes, visto che la sua vicenda ne riprende gli sviluppi qualche anno dopo: Dawn Wiener, già preadolescente bullizzata, poi ventenne obesa e incinta, è morta suicida. Il film si apre col suo funerale, a cui presenziano tutti i suoi – ben poco...

Boyhood

È un regista abituato a lavorare con (e sul) tempo, Richard Linklater. I temi della crescita, della maturità e dell'inquietudine per il futuro – personale e collettivo – così come la tendenza a riprendere a distanza di anni i suoi personaggi per seguirne l'evoluzione (si veda il trittico costituito da Prima dell'alba, Before Sunset - Prima del tramonto e Before Midnight) sono motivi che hanno attraversato trasversalmente tutta la sua filmografia; questo Boyhood, tuttavia, rappresenta un passo in più,...

Sette minuti dopo la mezzanotte

È passata quasi inosservata, nel nostro paese, l'uscita in sala di Sette minuti dopo la mezzanotte (in originale A Monster Calls), coproduzione anglo-ispano-statunitense che il regista Juan Antonio Bayona ha tratto dall'omonimo romanzo per ragazzi di Patrick Ness. Una sottovalutazione, da parte della distribuzione italiana, davvero difficile da comprendere, visto il potenziale (sia artistico che commerciale) che un film come quello di Bayona esprimeva. Il regista spagnolo, già a suo agio con la dimensione più emozionale e squisitamente empatica...

Un giorno della vita

Oltre 20 anni dopo Nuovo Cinema Paradiso, il cinema italiano torna con questo Un giorno della vita sul “luogo del delitto”. Non torna fisicamente sullo stesso luogo, ovviamente: ma senz'altro nella stessa tipologia di spazio, di contesto, di esperienza sociale. Di nuovo, per un paesino del sud Italia non ancora toccato dall'imminente rivoluzione dei costumi (qui la storia è ambientata nel 1964) il cinema – o cinematografo, come ancora, all'epoca, qualcuno diceva – diventa elemento aggregante e trascinante, fonte...

Sing Street

Vive e respira a tempo di musica, Sing Street. Forse non potrebbe essere altrimenti, visto il passato da bassista folk-rock del regista John Carney, la sua esperienza come regista di video musicali, e la presenza fondamentale dell'elemento sonoro, e canoro, un po' in tutta la sua filmografia (si ricordi – un titolo per tutti – il celebrato Once, del 2006). Eppure, in questo (tuttora) ultimo lavoro di Carney, le canzoni sono qualcosa di più di un semplice elemento di...

Eighth Grade

Se l’adolescenza, e l’ambiente liceale, sono da sempre un terreno d’esplorazione fertile per il cinema – specie per quello americano – di volta in volta declinati nei toni della commedia o del dramma, meno attenzione, in genere, è stata storicamente dedicata a un momento altrettanto fondamentale nello sviluppo dell’individuo, come quello della preadolescenza. Una “finestra temporale” breve e cruciale, tale da segnare un primo importante step per la consapevolezza e la formazione dell’identità individuale; un periodo che, anche laddove...

Fuga dalla scuola media

Forse se l'aspettava, la piccola Dawn Wiener, che l'ingresso alla scuola media per lei sarebbe stato particolarmente traumatico. Forse la ragazzina era anche in qualche modo preparata a ciò che l'aspettava, visto che già la vita a casa, per lei - con due genitori distratti e due fratelli non particolarmente affettuosi - non è che sia stata proprio una passeggiata. Eppure, l'accoglienza che Dawn trova è di quelle che traumatizzerebbero chiunque, specie se si hanno 12 anni, un'apparenza grassoccia...