Lie to Me – Comunicazione non verbale

Quando parliamo di “comunicazione”, spesso intendiamo “ciò che diciamo”: le parole che usiamo. Tuttavia, la comunicazione interpersonale è molto più del significato esplicito delle parole e delle informazioni o dei messaggi che trasmettono. Include anche messaggi impliciti, intenzionali o meno, che sono espressi attraverso comportamenti non verbali.

La comunicazione non verbale include le espressioni facciali, il tono e l’intonazione della voce (prosodia), i gesti visualizzati attraverso il linguaggio del corpo (cinetica) e la distanza fisica tra i comunicatori (prossemica).

Le difficoltà nella comunicazione non verbale o nell’integrazione di questa comunicazione con quella verbale ed il contesto, sono una delle difficoltà caratteristiche dello spettro autistico.

Lie to Me – Comunicazione non-verbale

I segnali non verbali possono fornire indizi e ulteriori informazioni e significato oltre alla comunicazione orale (verbale). In effetti, alcune stime suggeriscono che circa il 70-80% della comunicazione non è verbale!

Molti libri popolari sulla comunicazione non verbale presentano l’argomento come se fosse un linguaggio che può essere appreso, il che implica che il significato di ogni cenno, movimento degli occhi e gesti fosse noto, i veri sentimenti e le intenzioni di una persona possano essere capiti.

Sfortunatamente interpretare la comunicazione non verbale non è così semplice.

La comunicazione non verbale non è una lingua con un significato fisso. È influenzato e guidato dal contesto in cui si verifica. Ciò include sia il luogo e le persone interessate, sia la cultura.

La comunicazione interpersonale è ulteriormente complicata perché di solito non è possibile interpretare un gesto o un’espressione isolata in modo accurato. La comunicazione non verbale consiste in un pacchetto completo di espressioni, movimenti di mani e occhi, posture e gesti che devono essere interpretati insieme al linguaggio (comunicazione verbale).

Il corso guiderà i partecipanti alla scoperta della comunicazione non-verbale e del suo legame con il contesto, attraverso sia spiegazioni teoriche che esercitazioni pratiche.


Maggiori informazioni

Per Chi?

Il corso è per adulti a partire dai 18 anni La classe sarà composta da 12 persone e vedrà coinvolti 2 terapisti.  

Durata

inizierà a cadenza settimanale e durerà 12 settimane. Ogni incontro sarà di 90 minuti.

Chi lo svolge

L’intervento sarà diretto dalla dott.ssa Sara Travaglione, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale; parte del nostro staff da tempo con lunga esperienza con gli adulti Asperger, insieme al Sig. Claudio Zarlocchi, maestro di recitazione e alla dott.ssa Elisabetta Rancini, logopedista esperta nel lavoro sulla prosodia negli adulti.

Dove?

Nella sede di CuoreMenteLab in Via dei Prati Fiscali 201, 00141, Roma.

Sessioni

  1. Approfondimento sui valori e sui miti delle emozioni
  2. Difficoltà nella vita quotidiana e problem solving
  3. Comunicazione non verbale (CNV); differenze con la comunicazione verbale e basi teoriche
  4. CNV; gesti, prossemica e postura
  5. CNV esercitazioni
  6. CNV; pragmatica della comunicazione umana
  7. CNV; Incongruenze nella comunicazione e la menzogna
  8. CNV; Sarcasmo e ironia
  9. CNV; Contatto oculare e riconoscimento delle emozioni a partire dal volto
  10. l’Amicizia
  11. l’Amore
  12. Il lavoro

Requisiti per la partecipazione

  1. Avere un'età tra i 18 ed i 99 anni.
  2. Avere una diagnosi di Sindrome di Asperger.
Non sei sicuro se hai i prerequisiti? Prenota l'appuntamento con i nostri terapisti e lo verificheranno loro.

Portafoglio Details

Più difficile del leggere le espressioni è interpretarne il significato.

author

Sara TravaglioneCoordinatore Laboratorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *