Questioni di amicizia

Fare e mantenere amici non è facile per i bambini con condizioni dello spettro autistico. Molti bambini hanno bisogno di apprendere una serie di strategie per espandere le loro abilità sociali, come leggere le espressioni facciali e il linguaggio del corpo.

Questioni di amicizia

a vita per la maggior parte di noi è fatta di interazioni sociali all’interno di vari gruppi. Il successo che abbiamo all’interno di questi gruppi è principalmente determinato dalla qualità delle nostre interazioni sociali. Queste interazioni sociali sono direttamente influenzate dalla nostra comprensione sociale e dalle nostre capacità e competenze generali.

Per molti bambini, compresi quelli nello spettro autistico, le interazioni sociali con i coetanei sono sfide giornaliere che possono essere osservate tutti i giorni. I bambini nello spettro autistico hanno difficoltà nella comunicazione, nella socializzazione, e nel comportamento. Hanno una limitata comprensione delle situazioni sociali e delle risposte da fornire in un determinato contesto sociale.

Questi bambini non apprendono questo tipo di abilità dall’ambiente circostante, ma hanno bisogno che gli vengano insegnate una gamma di strategie dirette all’ampliamento della loro comprensione sociale e delle loro competenze in modo tale che la loro comprensione e risposta alle relazioni interpersonali divenga produttiva e costruttiva. Questo comprende l’insegnamento di modi appropriati di vivere e lavorare insieme in situazioni sociali e sviluppare una sempre più realistica comprensione delle convenzioni e delle complessità associate all’interazione con il mondo sociale.

Avere successo nelle relazioni interpersonali dipende da molti fattori che comprendono la cognizione sociale, le abilità sociali, la competenza sociale e la comprensione sociale.Farsi degli amici e andare d’accordo con gli altri rappresenta una grande parte della vita di un bambino.

“La vita è una cronaca di amicizie.
Gli amici rendono il mondo nuovo ogni giorno”.

Helen Keller


Maggiori informazioni

Per Chi?

Il protocollo è per ragazzi a partire dai 7 anni fino agli 11 anni  

Dove?

Nella sede di CuoreMenteLab in Via dei Prati Fiscali 201, 00141, Roma.

 Argomenti trattati

  1. Che cos’è un amico?
  2. Cosa significa essere un amico
  3. Farsi delle amicizie
  4. Gli amici veri
  5. Mantenere le amicizie

Requisiti

  1. Avere un'età tra i 7 anni e gli 11 anni
  2. Assenza di disabilità intellettiva
Non sei sicuro se hai i prerequisiti? Prenota l'appuntamento con i nostri terapisti e lo verificheranno loro.

Portafoglio Details

"Questioni di amicizia" è un programma completo che insegna ai bambini con deficit nelle abilità sociali, cinque questioni riguardanti l'amicizia: che cos'è un amico, come essere un amico, il processo di fare amicizia, le caratteristiche di un amico vero e come mantenere gli amici.

author

Davide MosconeDirettore Clinico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *